Magma

11,00

Le poesie di Angelo Palumbo, tra il surrealismo e la sperimentazione fonetica, profondamente radicate nella terra, nel sesso, nel sangue e allo stesso tempo finestre dischiuse su dimensioni parallele, altri mondi, offrono al lettore una poetica di elevato livello stilistico e allo stesso tempo immediata.

L’amore è vissuto come totale immersione nella carne, che è estasi e dolore, il più dolce dei sogni e la più amara realtà. È un amore che scava a fondo l’anima di chi legge, declinato in versi dal ritmo travolgente e un linguaggio essenziale, senza i consueti fronzoli della poesia erotica.

100 disponibili

Categoria:

Descrizione

Sinossi: Le poesie di Angelo Palumbo, tra il surrealismo e la sperimentazione fonetica, profondamente radicate nella terra, nel sesso, nel sangue e allo stesso tempo finestre dischiuse su dimensioni parallele, altri mondi, offrono al lettore una poetica di elevato livello stilistico e allo stesso tempo immediata.

L’amore è vissuto come totale immersione nella carne, che è estasi e dolore, il più dolce dei sogni e la più amara realtà. È un amore che scava a fondo l’anima di chi legge, declinato in versi dal ritmo travolgente e un linguaggio essenziale, senza i consueti fronzoli della poesia erotica.

Da vero poeta civile, l’autore fa proprio il dramma della comunità, sente bruciare su di sé le sconfitte che di tutti coloro che hanno creduto davvero in una società giusta, in cui tutti sono ugualmente chiamati a cambiare le cose, a costo della propria pelle. Magma è un canto disperato alla rivoluzione, ai suoi fallimenti che tuttora bruciano, alla sua utopia di un mondo migliore che l’alienazione contemporanea non è riuscita a soffocare.

Le illustrazioni di Gennaro Rapa rendono perfettamente il magma come ribollire dell’anima a contatto con la desolazione e le ingiustizie della vita, con l’assurdo simbolico che è il nostro universo interiore rispetto alla piattezza, all’impotenza, all’emarginazione che è la vita dei giorni nostri, perché non c’è schiavitù peggiore di quella che si vive nell’autoproclamatosi “mondo libero”.

L’autore: Angelo Palumbo è nato a Napoli quarantasette anni fa.

L’adolescenza l’ha trascorsa nel quartiere Materdei: zona “borderline” tra Vomero e Sanità. S trasferisce a Brusciano (Na), in una delle periferie costruite dopo il terremoto del 1980. Dopo varie tappe a Pomigliano d’Arco, Parma, Vicenza e Roma, è tornato a vivere, prima, nel suo ghetto, poi, nella città di Napoli.

Laureato in lettere moderne, padre di due bambini, insegna da quattro anni, di cui gli ultimi tre in una cosiddetta zona di frontiera: a Caivano, nel Parco Verde.

Prima di lavorare come professore, ha avuto esperienze istituzionali, sociali e giornalistiche: in Regione Campania per tre anni, presso l’assessorato all’istruzione, occupandosi del progetto Scuole Aperte; come redattore presso tante testate locali come Radio CRC; come progettista ed esperto, con alcune associazioni del terzo settore, in progetti di recupero per minori a rischio.

Fonda un’associazione per la scuola, “Panta rei”, ed inizia una serie di battaglie per il riconoscimento del ruolo di centinaia di docenti precari, diventando una figura di rilievo nazionale e istituzionale; dirige la testata “Newscuola”.

Oltre a Magma ha appena iniziato due nuovi lavori, uno ispirato al libro di Stefania Limiti, “L’Anello della Repubblica”, e l’altro sulla sua esperienza intorno al mondo della scuola (in uscita entrambi nel 2020 con Bagarì).

L’illustratore: Gennaro Rapa è un creativo napoletano. Nasce nel 1986, ed in tenera età già mostra una passione per le arti, in special modo il disegno, la scrittura creativa ed il canto. Da adolescente conosce il mondo dei fumetti, di cui si appassiona, cominciando a frequentare il primo corso di disegno nella fumetteria di quartiere; le prime influenze sono: la dinamicità di John Buscema (amico intimo del suo primo insegnante), e lo stile di Jack Kirby. Dopo il liceo scientifico decide di studiare all’Accademia Di Belle Arti di Napoli e successivamente specializzarsi nel fumetto alla Scuola Internazionale di Comics a Roma. In quel periodo, il mondo onirico, l’ignoto, la psichedelia, l’ambiente rave campano, la teoria gestalt, lo gnosticismo, deviano il suo percorso, in principio strettamente ricreativo, verso una ricerca interiore che lo porta a sperimentare sulla linea, le forme, le prospettive, delineando il suo tratto distintivo, di stampo surrealista. Gli anni successivi agli studi vive una vita non priva di controversie, in cui non mancano scherzi di una mente forse stanca dell’intangibile. A riportarlo con i piedi per terra è certamente l’incontro con lo “Scugnizzo Liberato” bene comune creato in un enorme ex carcere ed ancor prima convento, nel bel mezzo dei quartieri popolari napoletani, con cui collabora per varie iniziative, tra cui la creazione dell “Aya Lab”, laboratorio di pratica d’arte, e l’organizzazione del primo festival di fumetti indipendente a Napoli, durante il quale crea il suo primo, irriverente fumetto “P come Pene”, che ha come protagonista l’organo riproduttivo maschile. Nel 2018 la sua prima pubblicazione ufficiale, la copertina di “Domus Occulta”, giallo edito da “Guida editori”. Mentre il mondo dei social infiamma la sua creatività, nel 2019 è cofondatore del primo festival dell’illustrazione indipendente di Napoli, la “Feira”, dove parte la collaborazione con la neonata Bagarì edizioni, con la quale pubblica “Magma” , illustrando le poesie di Angelo Palumbo. Attualmente è a lavoro su svariati progetti, anche di sinergia tra le varie arti.

Autore: Angelo Palumbo

Illustratore: Gennaro Rapa

Luogo e anno di edizione: Napoli, 2019

Collana: Le Api. Scrittori contemporanei, 2 serie Avanguardia Poetica Mediterranea

Genere: poesia

Numero pagine: 78

Rilegatura: brossatura fresata

Specifiche tipografiche: 13x18cm, copertina flessibile

Prezzo cartaceo: 11,00

ISBN: 978-88-944272-8-8

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Magma”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *